Seconda pagina-Nuovo Dialogo

L'ARGOMENTO

Stop agli impianti: 

Ilva costretta a fermarsi

Giunte le direttive da parte dei custodi giudiziari


Ilva6Dalle parole ai fatti. Sabato scorso il procuratore capo della Repubblica, Franco Sebastio, aveva ribadito che gli impianti dell’Ilva non avrebbero più dovuto produrre. Ieri in tarda serata è giunta la notizia dello stop agli altiforni ed all’acciaieria, decisa dai custodi giudiziari, Barbara Valenzano, Emanuela Laterza e Claudia Lofrumento. Nelle disposizioni notificate al presidente Ferrante da parte dei custodi,  ci sarebbe il  completo rifacimento delle batterie 3,4,5,6,9,10 delle cokerie degli altiforni, lo spegnimento delle torri che vanno dall’1 alla 7 eccetto la torre 2, lo spegnimento degli altiforni 1 e 5 a  partire dall’altoforno 1, il fermo dell’acciaieria 1, l’adeguamento dell’acciaieria 2 e il rifacimento del reparto Grf, gestione materiali ferrosi. Indicazioni sarebbero giunte anche per quanto concerne il personale in esubero, dovuto al fermo: andrebbero collocati nelle operazioni di bonifica.