Città

Ecco come sarà la nuova piazza Castello voluta dalla giunta comunale

25 Nov 2022

Ecco come sarà la “nuova” piazza Castello. Con l’approvazione da parte della giunta Melucci del progetto definitivo, sarà avviata la conferenza di servizi cui seguirà, molto presto, la gara per il restyling completo di piazza Castello. Il nuovo progetto prevede: una grande area pedonale e pienamente accessibile, cinque giardini a tema, giochi d’acqua circolari “per citare lo scultore Nicola Carrino – si legge nella nota del Comune – che in un suo schizzo li immaginò intorno alle colonne doriche, sono i tratti salienti dell’idea progettuale partorita dall’architetto Dong Sub Bertin e dal team di professionisti incaricati di disegnare il nuovo assetto dell’area urbana che si sviluppa tra Palazzo di città, Castello aragonese e discesa Vasto”.

“Frutto del concorso bandito nel 2020 – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci – il progetto restituirà a piazza Castello una dimensione più umana, più connessa alla Città Vecchia e porta ideale verso questo storico quartiere, anch’esso interessato da numerosi interventi di riqualificazione. Farà il paio con piazza Fontana, anch’essa presto oggetto di un intervento di riqualificazione, definendo gli estremi urbanistici dell’Isola”.

Da parte sua, l’assessore ai Lavori Pubblici Mattia Giorno, spiega: “Investiremo circa 1,3 milioni di euro per questi lavori e sarà un intervento significativo anche dal punto di vista della sostenibilità, considerando l’installazione di nuove alberature e aree verdi. Contiamo di recuperare anche il basolato esistente, oltre quello che eventualmente affiorerà durante gli scavi, anche per integrarlo a quello che realizzeremo lungo via Duomo. Andiamo spediti, insomma, per cambiare volto a questa porzione di città”.

close

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dal nostro sito!
Inserisci l'indirizzo mail e premi "iscriviti"!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leggi anche
L'argomento

Coldiretti: “I cambiamenti climatici spingono la rivoluzione digitale in agricoltura”

“I cambiamenti climatici spingono la rivoluzione digitale nelle campagne con oltre sei aziende agricole italiane su dieci (64%) che hanno adottato almeno una soluzione di agricoltura 4.0 dai droni ai robot, dai sensori ai gps, dalle piattaforme satellitari all’internet delle cose per salvare l’ambiente, aumentare la produttività e contenere i costi”. È quanto emerge da […]

Pnrr: via libera del Mase a un contributo per realizzare 160 progetti “faro” di economia circolare

Il ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica (Mase) ha dato il via libera a un contributo per realizzare 160 progetti “faro” di economia circolare. Nei tre decreti il dicastero individua la lista dei progetti che beneficeranno del contributo massimo previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, in linea con la normativa sugli aiuti di […]

Spreco alimentare: “È immorale per l’80% dei giovani che si impegna per evitarlo”

Sono questi i risultati più evidenti di una ricerca fra le giovani generazioni condotta dal team scientifico dell’Università Lumsa
Hic et Nunc

Anche a Taranto si è celebrata la XXVII Giornata mondiale della vita consacrata

La grande famiglia della vita consacrata presente a Taranto, ha celebrato la sua XXVII Giornata nella parrocchia San Massimiliano Kolbe, nel quartiere Paolo VI, in un clima di grande letizia spirituale e di profonda comunione con la chiesa, nella festa liturgica della Presentazione del Signore. Sin dall’inizio si è toccata con mano la gioia di […]

Coldiretti: “I cambiamenti climatici spingono la rivoluzione digitale in agricoltura”

“I cambiamenti climatici spingono la rivoluzione digitale nelle campagne con oltre sei aziende agricole italiane su dieci (64%) che hanno adottato almeno una soluzione di agricoltura 4.0 dai droni ai robot, dai sensori ai gps, dalle piattaforme satellitari all’internet delle cose per salvare l’ambiente, aumentare la produttività e contenere i costi”. È quanto emerge da […]

Giornata per la vita, mons. Fragnelli (Cesi): “Il popolo italiano è fatto per la cultura della vita e non della morte”

“Mi chiedo seriamente a chi interessa riflettere ancora sulla cultura della morte, su tutte le forme di aggressione da parte della morte alla nostra civiltà contemporanea, specialmente alla civiltà occidentale, a quella che in Italia respiriamo”. Le parole sono di mons. Pietro M. Fragnelli, vescovo di Trapani e delegato della Conferenza episcopale siciliana per la […]
Media
05 Feb 2023
newsletter