Eventi formativi

Weekend estivo di formazione per catechisti: un consuntivo

Nei giorni 14-16 luglio, all’Oasi Tabor di Nardò, l’attività formativa sul tema “Ponti per il vangelo tra memoria e cambiamento”

27 Lug 2023

di Paolo Simonetti

Le occasioni formative sono sempre da cogliere e vivere in pienezza, anche quando le alte temperature suggeriscono ben altre mete di vacanza. Per un gruppo di catechisti provenienti da alcune parrocchie dell’arcidiocesi il clima, invece, è stato più mite nei giorni 14-16 luglio  al week end di formazione proposto dall’Ufficio catechistico diocesano, ancora una volta all’Oasi Tabor di Nardò, luogo accogliente e confortevole.

Il titolo dell’attività formativa, “Ponti per il vangelo tra memoria e cambiamento”, è stato ben più di uno slogan: l’immagine del ponte chiede la forza della progettazione e il coraggio dell’affidarsi tenendo salde le radici per ideare nuovi percorsi.

Le dimensioni messe in gioco nella tre giorni sono state molteplici: da quella personale e spirituale, con intensi momenti di ascolto della Parola e di celebrazione dell’Eucaristia, a quella comunitaria con la condivisione di tempi, spazi e gioco. La proposta formativa è stata affidata a don Stefano Spedicato, direttore dell’Ufficio catechistico diocesano di Lecce, insieme a Francesca Rizzo e Anna Petrachi dell’équipe leccese.

Il momento più coinvolgente è stata la tavola rotonda coordinata da Paolo Simonetti, responsabile del triennio di formazione di base per operatori della catechesi, con le catechiste della parrocchia Sant’Egidio che da qualche anno provano a dare una nuova direzione alla formazione con un impegnativo e articolato progetto che vede l’intera comunità impegnata secondo modi e tempi diversi. Anima di questo tentativo formativo è il parroco, don Lucangelo, direttore del nostro Ufficio catechistico diocesano.

Un terzo aspetto, non meno importante, cui è stato dedicato il pomeriggio del sabato, è quello dell’identikit del catechista, tratteggiato da Teresa Di Mitri e Anna Lippolis dell’équipe diocesana che hanno fatto sperimentare ai partecipanti la bellezza di un coinvolgimento che parte da sentimenti e emozioni per giungere agli aspetti più profondi e motivanti.

La sera del sabato è stata riservata ad una spensierata passeggiata per le vie del centro storico di Nardò,  gustando la gioia di sentirsi ed essere amici.

La domenica è stata la giornata dell’ascolto della Parola e dell’Eucaristia in cui don Lucangelo ha tenuto una lectio divina partendo dal Vangelo del giorno, la pericope di Matteo con la parabola del seminatore. Durante la risonanza conclusiva tutti si sono reciprocamente donati parole coinvolte e incoraggianti.

Oltre la descrizione delle giornate, certamente parziale rispetto alla ricchezza condivisa, occorre ricordare che ormai da qualche anno l’Ufficio catechistico mette in atto un modello formativo che prova a superare l’impostazione classica che si concentra solo sui contenuti: il convegno annuale, il Triennio di formazione di base, gli incontri nelle vicarie e nelle parrocchie, la stessa esperienza estiva, sono occasioni pensate per rendere possibile la formazione permanente e per costruire un comune sentire rispetto all’obiettivo centrale che è la generazione della fede.

Il ringraziamento più grande va a quanti hanno preso parte al weekend formativo, ai catechisti delle parrocchie di Sant’Egidio, Gesù Divin Lavoratore (quartiere Tamburi), Santi Patroni (San Giorgio Jonico), Carosino, Torricella, Leporano e Talsano.

Leggi anche
Ecclesia

È tempo di disarmare i cuori, ma anche le mani e il portafoglio

“Le guerre moderne non si svolgono più solo su campi di battaglia delimitati, né riguardano solamente i soldati…, non c’è conflitto che non finisca in qualche modo per colpire indiscriminatamente la popolazione civile. Gli avvenimenti in Ucraina e a Gaza ne sono la prova evidente. Non dobbiamo dimenticare che le violazioni gravi del diritto internazionale […]

A un anno dal naufragio di Cutro: “Dobbiamo creare percorsi di speranza”

Crotone fa memoria dei momenti più brutti della sua storia recente. Giorni di eventi e manifestazioni a un anno dalla tragedia consumatasi a Steccato di Cutro, dove nella notte tra il 25 e il 26 febbraio 2023 persero la vita 94 migranti partiti dalla Turchia. Questa mattina, alle ore 4, proprio l’ora del naufragio, associazioni […]

La domenica del Papa - La luce di Gesù

Sono passati due anni dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina; 171 sono i giorni trascorsi dal 7 ottobre, da quelle violenze indicibili compiute da Hamas e dalla risposta militare di Israele: e la pace sembra essere solo un miraggio, mentre al mondo non rimane altro che il conto dei morti, dei feriti, e delle distruzioni. Una “guerra […]
Hic et Nunc

Da oggi, lunedì 26, gli appuntamenti della Settimana della Fede

Iniziano oggi, lunedì 26 in concattedrale (ore 19), gli appuntamenti della 52.ma edizione della Settimana della Fede, consueto appuntamento quaresimale, che avrà per tema “Per una Chiesa sinodale”. Il primo incontro verterà sulla “Speranza” e sarà tenuto da don Eugenio Nembrini, sacerdote di Bergamo impegnato nell’accompagnamento spirituale dell’associazione dei ”Quadratini & Carità” una fraternità che […]

In visita a Taranto la Madonna pellegrina di Lourdes

La statua della Madonna pellegrina di Lourdes, proveniente dalla sottosezione dell’Unitalsi di Oria, sarà accolta sabato 24 febbraio alle ore 7.30 nella chiesa del Cuore Immacolato di Maria, in via Plateja, a Taranto, nell’ambito della ‘Peregrinatio Mariae-Un angolo di Lourdes tra noi’. Dopo la santa messa presieduta dal parroco e assistente dell’Unitalsi, mons. Giovanni Chiloiro, […]

Mons. Ciro Miniero durante la presentazione del “Mysterium Festival"

Uno stralcio delle parole dell’arcivescovo mons. Ciro Miniero durante la presentazione del “Mysterium Festival” alla sua decima edizione, svoltasi lunedì mattina, 19 febbraio, in arcivescovado.
Media
26 Feb 2024
newsletter