Eventi formativi

Presente l’arcivescovo, inaugurato l’anno formativo del seminario

foto G. Leva
27 Set 2023

di Angelo Diofano

Ha avuto luogo lunedì sera, presieduta dall’arcivescovo mons. Ciro Miniero, la cerimonia per l’avvio dell’anno formativo al seminario diocesano di Poggio Galeso.

foto G. Leva

“Desidero esprimerle, anche a nome di don Lucangelo e di don Francesco, profonda gratitudine per aver accolto con entusiasmo l’invito a condividere con noi questo momento di gioia – ha riferito il rettore don Francesco Maranò nel saluto all’arcivescovo -. Il luogo che ci accoglie, questa cappella in modo particolare, è stata per decenni il grembo fecondo in cui si sono sviluppate e sono cresciute centinaia di vocazioni alla vita presbiterale e anche alla vita familiare. Ancora oggi, il seminario rimane il cuore della nostra diocesi, il luogo in cui vengono coltivati germi buoni di vocazione, un tempo fecondo in cui lasciar risuonare la voce del Maestro che nella storia continua a chiamare uomini e donne a seguirlo sulla via del Vangelo per costruire il sogno del suo regno sulla Terra”.

Sollecitato dai ragazzi, l’arcivescovo ha raccontato la sua storia vocazionale, iniziata con l’ascolto della testimonianza offerta da alcune suore nel suo quartiere di origine, Barra, a Napoli. Il suo cammino verso il sacerdozio, ha detto, non è stato privo di difficoltà, ogni volta affrontate e superate con l’aiuto della preghiera e della fraternità. Augurando quindi un buon lavoro ai sei ragazzi alle prese con questa esperienza, egli ha detto: “La chiesa è una comunità che supera tutti i continenti. Ne dovete fare esperienza. A volte siamo tentati di chiuderci nel nostro guscio, pensare solo a noi, ritenendo di essere noi il centro dell’universo. Invece, nell’esperienza ampia, a 360 gradi, dobbiamo percepire sempre di più che noi siamo la Chiesa, perché viviamo insieme. Quando diciamo “Credo la Chiesa”, ci riferiamo alla comunità di tutti i credenti, di tutti i tempi, prima di noi e dopo di noi, dove ci siamo anche noi. Però di questa comunità dobbiamo farne esperienza”.

foto G. Leva

Esaminando il concetto di fraternità, mons. Miniero ha continuato: “Dobbiamo allenarci ad accogliere tutte le persone che ci sono accanto, anche se non è facile a causa di fattori naturali come la timidezza che ci porta a chiuderci in noi stessi, ma anche a causa della presunzione, di un atteggiamento altezzoso. Dobbiamo allenarci invece a guardarci nel cuore, aprendoci l’uno all’altro. Dunque è importante vivere un’esperienza di fraternità tra di voi, con i sacerdoti che stanno nel seminario, con quanti lo frequentano  e nelle vostre parrocchie. Una fraternità con un orizzonte che non ha confini: queste non sono parole. Si vede subito nella vita se mettiamo confini”.

Quindi, l’augurio di buon lavoro ai seminaristi. Eccone i nomi e le parrocchie di provenienza: Giuseppe Lonoce (San Giovanni Battista di Monteiasi), Pierpaolo Galiano (Maria Ss. del Monte Carmelo di Grottaglie), Matteo Ladiana (San Giuseppe Moscati del quartiere Paolo VI), Alessandro Larocca (Madonna del Rosario di Statte), Francesco Antonazzo (Santa Maria della Croce di Montemesola) e Luca Locorotondo (Santa Maria Goretti di Crispiano).

Ha fatto seguito la celebrazione della santa messa presieduta dall’arcivescovo e concelebrata dagli educatori don Francesco Maranò, don Francesco Mànisi, don Lucangelo de Cantis, dai parroci dei ragazzi e dai sacerdoti della casa del clero, ubicata nel medesimo seminario.

La serata, cui hanno partecipato le famiglie dei seminaristi e rappresentanze delle loro parrocchie di provenienza, è stata conclusa da un momento di festa e di condivisione.

Leggi anche
Ecclesia

A un anno dal naufragio di Cutro: “Dobbiamo creare percorsi di speranza”

Crotone fa memoria dei momenti più brutti della sua storia recente. Giorni di eventi e manifestazioni a un anno dalla tragedia consumatasi a Steccato di Cutro, dove nella notte tra il 25 e il 26 febbraio 2023 persero la vita 94 migranti partiti dalla Turchia. Questa mattina, alle ore 4, proprio l’ora del naufragio, associazioni […]

La domenica del Papa - La luce di Gesù

Sono passati due anni dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina; 171 sono i giorni trascorsi dal 7 ottobre, da quelle violenze indicibili compiute da Hamas e dalla risposta militare di Israele: e la pace sembra essere solo un miraggio, mentre al mondo non rimane altro che il conto dei morti, dei feriti, e delle distruzioni. Una “guerra […]

Da oggi, lunedì 26, gli appuntamenti della Settimana della Fede

Iniziano oggi, lunedì 26 in concattedrale (ore 19), gli appuntamenti della 52.ma edizione della Settimana della Fede, consueto appuntamento quaresimale, che avrà per tema “Per una Chiesa sinodale”. Il primo incontro verterà sulla “Speranza” e sarà tenuto da don Eugenio Nembrini, sacerdote di Bergamo impegnato nell’accompagnamento spirituale dell’associazione dei ”Quadratini & Carità” una fraternità che […]
Hic et Nunc

Da oggi, lunedì 26, gli appuntamenti della Settimana della Fede

Iniziano oggi, lunedì 26 in concattedrale (ore 19), gli appuntamenti della 52.ma edizione della Settimana della Fede, consueto appuntamento quaresimale, che avrà per tema “Per una Chiesa sinodale”. Il primo incontro verterà sulla “Speranza” e sarà tenuto da don Eugenio Nembrini, sacerdote di Bergamo impegnato nell’accompagnamento spirituale dell’associazione dei ”Quadratini & Carità” una fraternità che […]

In visita a Taranto la Madonna pellegrina di Lourdes

La statua della Madonna pellegrina di Lourdes, proveniente dalla sottosezione dell’Unitalsi di Oria, sarà accolta sabato 24 febbraio alle ore 7.30 nella chiesa del Cuore Immacolato di Maria, in via Plateja, a Taranto, nell’ambito della ‘Peregrinatio Mariae-Un angolo di Lourdes tra noi’. Dopo la santa messa presieduta dal parroco e assistente dell’Unitalsi, mons. Giovanni Chiloiro, […]

Mons. Ciro Miniero durante la presentazione del “Mysterium Festival"

Uno stralcio delle parole dell’arcivescovo mons. Ciro Miniero durante la presentazione del “Mysterium Festival” alla sua decima edizione, svoltasi lunedì mattina, 19 febbraio, in arcivescovado.
Media
26 Feb 2024
newsletter