Festeggiamenti patronali

Festa patronale a Roccaforzata mercoledì 3 e giovedì 4 aprile

29 Mar 2024

di Angelo Diofano

“La tradizionale festa della Madonna della Camera rappresenta per noi cittadini di Roccaforzata un momento di grande identità e devozione che unisce la comunità radicandola nei valori dell’amicizia e della pace. La luce della Pasqua, che rischiara questa festa, ci restituisce l’impegno a promuovere la dignità di ogni persona, la convivenza armoniosa e dialogica e la liberazione da strutture che ostacolano lo sviluppo dell’umano. Buona festa a tutti!”: così il parroco della chiesa madre intitolata alla SS. Trinità di Roccaforzata, don Giuseppe Mandrillo, annuncia i festeggiamenti patronali in onore della Madonna della Camera che si terranno mercoledì 3 e giovedì 4 aprile.

Mercoledì 3 la festa si aprirà con il giro del complesso bandistico per le vie cittadine mentre in serata alle ore 21, in piazza, ci sarà il concerto della band “Alta Frequenza”.

Giovedì 4, festa della Madonna della Camera, alle ore 7 rituale processione dalla chiesa madre al santuario dove alle ore 7.30 celebrerà la santa messa il parroco di Monteparano, don Angelo Pulieri. Alle ore 10.30, in chiesa madre, la solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta dal vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti mons. Giuseppe Russo. Alle ore 11.30 circa si snoderà la processione per il paese con il simulacro della Madonna mentre in serata alle ore 19 la santa messa in chiesa madre verrà celebrata dal parroco don Giuseppe Mandrillo.

Alle ore 20.30, in piazza, “Symphonic Sound”: concerto della Giovane Orchestra Jonica diretta dal maestro Fabio Orlando e alle 23 spettacolo pirotecnico conclusivo della ditta Emotion Fireworks di Gioia del Colle.

Nei due giorni di festa agirà la banda musicale di Crispiano diretta dal maestro Francesco Bolognino mentre la piazza e le principali vie saranno illuminate dalla ditta Memmola di Framcavilla Fontana.

 Il Santuario della Madonna della Camera si trova a circa 1.5 km dall’abitato, dove sorgeva l’antico villaggio di Mennano. Sull’altare è conservata una parte della parete di un casale su cui era dipinta l’effigie della Madonna con il Bambino, davanti alla quale uomini armati (turchi o albanesi) che si accingevano a compiere saccheggi, trovarono inginocchiati a pregare donne, vecchi, bambini. I malintenzionati però fuggirono davanti allo sguardo della Madonna, diventato severo. In passato il santuario era metà di scampagnate da parte delle popolazioni dei comuni vicini, che lo raggiungevano a piedi.

Leggi anche
Ecclesia

I vescovi pugliesi impegnati nella Visita ad limina Apostolorum

Da oggi, lunedì 15 aprile, fino a venerdì 19 il nostro arcivescovo mons. Ciro Miniero e tutti gli altri vescovi pugliesi sono a Roma alle prese con la Visita ad limina Apostolorum, che servirà a consolidare il rapporto ecclesiale tra la Chiesa universale e quella particolare, attraverso la venerazione delle tombe degli Apostoli Pietro e […]

Parrocchia Cristo Re, stasera Concerto di lode ed adorazione

Concerto di lode, adorazione ed evangelizzazione quello che si terrà questa sera, lunedì 15 aprile, alle ore 20 a Martina Franca nella chiesa di Cristo Re (sala del Cantico delle creature) con la band musicale “Shout! Koinonia”. Protagonisti dell’evento saranno padre Luca Arzenton, Anna Puccio, Gabriele, Chuy, insieme ai fratelli e sorelle della Koinonia Giovanni […]
Hic et Nunc

I vescovi pugliesi impegnati nella Visita ad limina Apostolorum

Da oggi, lunedì 15 aprile, fino a venerdì 19 il nostro arcivescovo mons. Ciro Miniero e tutti gli altri vescovi pugliesi sono a Roma alle prese con la Visita ad limina Apostolorum, che servirà a consolidare il rapporto ecclesiale tra la Chiesa universale e quella particolare, attraverso la venerazione delle tombe degli Apostoli Pietro e […]

Ex Ilva, ex Tct, Alenia, Isola Verde... tante ombre in tanta indifferenza

Mentre le attenzioni del mondo politico e le diatribe quotidiane si caratterizzano per la litigiosità e scontri ideologici spesso vacui, nel nostro territorio il lavoro diventa sempre più un’emergenza. Nessuno sembra occuparsene seriamente se non le organizzazioni sindacali direttamente coinvolte. Oltre che le centinaia di famiglie che sono alle prese con i disagi economici e […]
Media
16 Apr 2024
newsletter