Sport

Sogno di una notte di inizio estate: l’oro di Benedetta Pilato

La tarantina, a soli 17 anni, diventa campionessa mondiale sui 100 rana

21 Giu 2022

di Paolo Arrivo

I grandi avvenimenti non si possono dimenticare. Che siano gioiosi o nefasti, ricordiamo tutti, in quel preciso momento, dove eravamo. E voi dove vi trovavate quando Benedetta Pilato conquistava l’oro mondiale? È storia, leggenda, di poche ore fa. C’è chi era incollato davanti alla televisione per seguire in diretta l’impresa della 17enne di Taranto. Chi invece preferiva fare altro, per scaramanzia, o perché troppo coinvolto emotivamente – come Salvatore, il papà. Chi era impegnato a scrivere un libro sulla stessa campionessa. Anzi no, quello è stato già fatto (“Benny per sempre”, l’opera a lei dedicata). Quel che accomuna tutti noi è sentimento di stupore verso questa ragazza fenomenale. Una predestinata.

 

L’impresa mondiale

Budapest, martedì 20 giugno 2022: Benedetta Pilato conquista la medaglia d’oro nei 100 metri rana femminili. Vince in 1’05”93 precedendo di 5 centesimi la tedesca Anna Elendt che aveva il miglior tempo delle semifinali. Dimostra di essere un’atleta completa, ovvero competitiva anche sulla distanza olimpica (aveva brillato sempre sui 50, considerata la sua specialità). Un trionfo non affatto scontato. L’atleta, infatti, non brilla nella qualificazione alle semifinali chiudendo in 1’06”68. Nella prova successiva riesce a migliorare facendo registrare il secondo tempo assoluto in 1’05”88 alle spalle della stessa Elendt In finale, dalla quarta posizione ai 50 metri, si rende protagonista di una rimonta entusiasmante. E si mette alle spalle anche l’olimpionica Ruta Meylutite.

 

Chi è Benedetta Pilato

Nata a Taranto il 18 gennaio 2005, “Benny”, come viene chiamata, è allenata da Vito D’Onghia e tesserata per il Circolo Canottieri Aniene. Nel suo futuro immediato c’è il gruppo sportivo della Polizia di Stato a cui ha fatto ingresso pochi giorni fa. La sua prima società, intesa come gruppo di amici o casa, è stata la Mediterraneo Sport, nella città dei due mari. Tanti e precoci i risultati per la campionessa europea in carica e primatista mondiale sui 50 metri (29”30). A quattordici anni, è stata l’atleta italiana più giovane a debuttare in un campionato mondiale, battendo il record della Divina Federica Pellegrini. Conquistò l’argento ai Mondiali di Gwangju 2019 dietro alla statunitense Lilly King. Al di fuori della vasca BP viene apprezzata come ragazza sempre sorridente, solare, capace di vivere con leggerezza la sua passione più grande. Perché lei vuole divertirsi nel fare quello che ama. Lo stress tuttavia deve aver prevalso ai Giochi olimpici di Tokyo, lo scorso anno, quando nelle batterie era stata squalificata. Ma adesso l’azzurra si è riscattata alla grande e avrà mille altre occasioni per affermarsi nei grandi palcoscenici internazionali. Tutto il Paese, la comunità di Taranto in particolare, si stringono attorno a lei, e la ringraziano per l’ennesimo sogno che ci ha regalato.

close

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dal nostro sito!
Inserisci l'indirizzo mail e premi "iscriviti"!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leggi anche
Otium

Dilemmi mondiali: Mbappé sa di grande giocatore, Messi una divinità da celebrare

Alla fine stiamo guardando in tv i Mondiali. Anche se avremmo ragione di boicottarli, per le noti questioni legate ai diritti umani, anche se in Qatar manca la nazionale italiana, magari stiamo guardando più partite di quante ne vedremmo se ci fossero i campioni d’Europa in carica – ci fossero gli azzurri (e lo avrebbero […]

La Nuovi Orizzonti riprende la marcia: grande reazione contro la MarLu Basket Bari

Una vittoria importante, utile alla classifica, e a rafforzare l’autostima. Dopo la sconfitta in trasferta, sul campo della Pink Bari, di misura (digerita col mal di pancia), la Nuovi Orizzonti riprende la marcia nel campionato di serie C femminile in cui è impegnata: contro la Mar.Lu Basket Bari è arrivato il terzo successo stagionale (66-44), […]

Metà russo e metà italiano: Oleg Antonov e le sue schiacciate per la pace

L’intervista perfetta al gigante buono della Gioiella Prisma Taranto si fa da seduti standogli accanto. Non solo per la disparità di altezza che c’è tra intervistatore e intervistato, ma anche per leggere le sue espressioni, i moti d’animo: Oleg Antonov non comunica gioia; piuttosto determinazione, tanta. La fermezza di chi su tutto ha le idee […]
Hic et Nunc

“Per abbandono e cementificazione di terreni fertili, in Italia persi 400 milioni di kg di prodotti agricoli in 10 anni”

È quanto emerge da un’analisi Coldiretti su dati Ispra diffusa in occasione della Giornata mondiale del suolo che si celebra oggi, 5 dicembre

Don Milani: a Firenze, si insedia il comitato nazionale per il centenario della nascita

Martedì 6 dicembre 2022 si riunirà, alle 14.30, nella sala Pistelli di palazzo Medici Riccardi (con ingresso da via Cavour 9) il Comitato nazionale per il centenario della nascita di don Lorenzo Milani (1923-2023), nato per iniziativa della Fondazione don Lorenzo Milani, dell’istituzione don Milani di Vicchio e del gruppo don Milani di Calenzano. Il […]

La domenica del Papa - Una voce nel deserto

Questo tempo di attesa ci offre l’opportunità di cogliere i tanti deserti delle nostre vite, di individuare quei rumori che ci distraggono e ci allontanano da quella mangiatoia di Betlemme
Media
05 Dic 2022
newsletter